Dipinge il Re del porno senza saperlo e lo espone tra i papi

Il ritratto del re del porno Rocco in vetrina tra dipinti di papi e Santi. È l'incredibile vicenda accaduta ad un pittore di Campi specializzato in arte sacra che ha realizzato , inconsapevolmente, su commissione, il ritratto di Rocco Siffredi.

siffredi

CAMPI SALENTINA- Un ritratto davvero somigliante: Rocco Siffredi , il divo del porno su una tela realizzata dal pittore di Campi Salentina Pompilio Bianco. Niente di strano se non fosse che questo quadro per diversi mesi , è stato esposto accanto a papi e santi nella galleria del centro storico di Campi. Arte sacra, immagini religiose: questa la specialità di Bianco, pittore 60enne  vittima probabilmente di uno scherzo orchestrato ad arte. L’uomo infatti era del tutto ignaro che del fatto che il  quadro che qualcuno gli aveva commissionato mesi prima , rappresentasse proprio il divo del porno.

Una storia da commedia all’ italiana che ora il pittore commenta con ironia sperando che i committenti del ritratto vengano presto a ritirarlo. Alla fine dell’estate si è  presentata  nel suo laboratorio una coppia, un  uomo e una donna “dai tratti distinti dal fare elegante”, entrambi sui 40 anni.

L’artista  non immaginando minimamente a chi la foto appartenesse si è messo al  lavoro. Una volta terminato il ritratto è finito in vetrina tra gli altri quadri :  immagini di santi ,  scene bibliche e papi.

È stato un amico dell’artista a fargli notare l’anomalia e a sottolineare come quel volto ricordasse  incredibilmente quello di Rocco Siffredi. E’ bastato cosi un confronto con la fotografia per capire, è evidente anche in questa immagine,  che effettivamente il ritratto commissionato riguardava proprio il re del porno. E così il quadro è finito dritto dritto in un angolo, in attesa che i committenti, svaniti nel nulla passassero  a riprenderselo.

E se non lo faranno, tanto di guadagnato: il pittore ha già ricevuto delle offerte per 500 euro.

 

siffredi2

 siffredi

 

siffredi3

 

 

siffredi4