Dussman, 53 a rischio: “Vogliamo incontro con il Prefetto”

Duplice richiesta di licenziamento dalla Dussman service per 20 lavoratori delle mense e 33 addetti alle pulizie impiegati alla marina militare di Taranto. I sindacati chiedono tavolo urgente in prefettura. Pronto sit in per il 18.

dussman

TARANTO- Sono pronti alla mobilitazione i lavoratori e le lavoratrici della Dussman service, la società appaltatrice dei servizi mense al Maricentro e, per le pulizie di caserme e uffici della marina militare di Taranto. Pronti alla mobilitazione per dire no ai licenziamenti di oltre 50 persone. È per questo che i sindacati di categoria hanno chiesto un incontro urgente al prefetto Claudio Sammartino.

Proprio per scongiurare che siano mandate a casa 20 persone impiegate nelle mense  e 33 addetti alle pulizie. Per questi lavoratori , la Dussman ha aperto due distinte procedure di licenziamento collettivo. Decisione motivata, dalla società appaltatrice, con  la chiusura della mensa per lavori. Motivazione che non convince però i sindacati. Anche se la mensa della marina militare dovesse chiudere x ristrutturazione, si parlerebbe di sospensione momentanea dei lavoratori e non di licenziamenti.

Ed i pasti inoltre sarebbero comunque da distribuire. nella seconda procedura, invece, quella  in riferimento agli addetti delle pulizie, i dipendenti subiranno una decurtazione di ore di lavoro e reddito, nonostante siano già  part- time e in cassa integrazione in deroga. Monta dunque la protesta e scatta la richiesta di portare la vertenza sul tavolo della prefettura. Il sit in dei dipendenti Dussman è programmato per la mattina di lunedì prossimo.