Proiettili all’assessore di Surbo, il sindaco: “Chiedo massima allerta”

Dopo l'atto intimidatorio nei confronti di Luigi Passiatore la comunità di Surbo si stringe e solidarizza con l'assessore. Il sindaco dice: "Si fermino questi vili attacchi, dobbiamo essere compatti per combatterli"

Luigi Passiatore

SURBO- La comunità di Surbo si è stretta attorno all’assessore Luigi Passiatore, destinatario nei giorni scorsi di un atto intimidatorio: 3 proiettili  chiusi in una busta e fatti recapitare a casa con un messaggio minatorio rivolto all’intera famiglia.

 “Un atto vile” , lo ha definito il sindaco di Surbo Fabio Vincenti , stigmatizzato dai cittadini, dall’intera amministrazione comunale, da tutti i consiglieri sia di maggioranza che di opposizione.

I cittadini di Surbo sono scossi per quanto accaduto. Il sindaco in queste ore ha avuto un colloquio riservato con il maresciallo dei carabinieri e ha incontrato lo stesso assessore Passiatore che alla luce degli attestati di solidarietà e della vicinanza dimostrata probabilmente è intenzionato  a continuare l’attività amministrativa.

Messaggi sono arrivati anche dai tre parroci del paese e naturalmente da tutti i famigliari e conoscenti.

“La prossima settimana convocherò tutti i consiglieri, ha detto il sindaco Vincenti,  e chiederò loro di essere compatti nel respingere questo tipo di attacchi, chiederò inoltre alle autorità competenti di mantenere alta la guardia e di fare in modo che personaggi di questo tipo vengano presto assicurati alla giustizia così come successo in passato”.