La figlia del boss Stranieri scrive alla Cancellieri

La figlia dl boss alla Cancellieri: "Faccia togliere il 41 bis per dare la possibilità a noi familiari di visitarlo quando ci pare e di curarlo come merita ogni ammalato"

Il Ministro dell'Interno Anna Maria Cancellieri in aula durante l'informativa urgente del Governo al Senato, sul grave attentato presso listituto professionale Morvillo  Falcone di Brindisi, che ha causato la morte di Melissa Bassi e il ferimento di altre cinque studentesse, Roma, 22 Maggio  2012. ANSA/SERENA CREMASCHI

MANDURIA- Dopo il caso Ligrestri anche la figlia del boss Vincenzo Stranieri, detenuto ininterrottamente da 30 anni, 22 dei quali in regime di carcere duro del 41bis  scrive al Ministro  della Giustizia Cancellieri:« Lei ha detto – scrive Anna Stranieri –  che il suo intervento per scarcerare la signora Giulia Ligresti l’avrebbe fatto per chiunque anche per i delinquenti e i mafiosi. Ebbene, mio padre è stato condannato perché ritenuto un mafioso ma non ha mai ucciso nessuno. Ora è gravemente malato.

Non le chiedo di fare per lui ciò che ha fatto per la signora Ligresti, ma almeno le faccia togliere il 41 bis per dare la possibilità a noi familiari di visitarlo quando ci pare e di curarlo come merita ogni ammalato. Mantenga fede a quello che ha detto a noi italiani – conclude – per giustificare il suo interessamento per la signora Ligresti, sua amica»