Legge stabilità, i senatori salentini presentano gli emendamenti

I brindisini Pietro Iurlaro e Vittorio Zizza e il leccese Francesco Bruni presentano gli emendamenti alla Legge di Stabilità

iurlaro-pietro

LECCE- E ci sono comunque il Salento e il Mezzogiorno al centro degli emendamenti alla Legge di Stabilità presentati dai senatori salentini, tra cui i brindisini Pietro Iurlaro e Vittorio Zizza e il leccese Francesco Bruni. In particolare, il ripristino della chiave di assegnazione del Fondo di Sviluppo e Coesione che prevedeva una allocazione dell’ 85% a favore delle regioni meridionali e che vale per il Sud circa 2,5 miliardi di euro; l’ esclusione dal patto di stabilità degli interventi cantierizzabili finanziati nell’ambito del Piano Nazionale per il Sud per rispondere alle necessità di poter spendere le risorse disponibili.

Diversi anche quelli che riguardano più direttamente il Salento: tra questi, uno punta a garantire le risorse per il superamento del “disseccamento” degli ulivi. Infine, i senatori propongono un emendamento per assegnare 10 milioni di euro ai territori della Provincia di Taranto colpiti dai recenti eventi alluvionali.