Brindisi, l’assalto alla vetta passa dal sintetico di Manfredonia

Sarà un Città di Brindisi a caccia del primo posto in classifica quello che domenica affronterà in trasferta il Manfredonia. L’insidia è tutta nel terreno: si gioca sull’erba

brindisi calcio

BRINDISI- Città di Brindisi all’assalto del primo posto in classifica con un’incognita, quella dell’erba sintetica. è questa la più grande preoccupazione della squadra di Mister Salvatore Ciullo che domenica affronterà in trasferta il Manfredonia. Ma i guai arrivano anche dall’infermeria e dal giudice sportivo.

Il difensore Cacace è alle prese con noie muscolari, che ne mettono in dubbio il suo utilizzo. Fermo ai box, invece, l’altro centrale Matteo Patti. E se Ciullo dovrò restare in tribuna per via della squalifica, per i prossimi tre turni i biancazzurri dovranno fare a meno del bomber Gambino, fermato dal giudice per tre giornate. Lo stesso Gambino, che le voci davano in fuga dall’adriatico verso mete e campionati più prestigiosi, ha comunque tranquillizzato società e tifosi. Almeno per quest’anno, il leader dell’attacco resta a Brindisi.