Rapina alla tabaccheria, presunto autore incastrato dal maglione

I carabinieri di Copertino hanno arrestato uno dei presunti autori di una rapina messa a segno, sette mesi fa, in una tabaccheria del paese. Ad agevolare le indagini è stato un maglione usato per ricavare i passamontagna.

ciMMINA MARCO

COPERTINO- Ad incastrarlo è stato un maglione, lo stesso recuperato nella sua abitazione dai carabinieri. Marco Cimmina, 27 anni, originario di Monteroni, è finito in carcere con l’accusa di rapina in concorso. Secondo gli investigatori, infatti, sarebbe l’autore di un colpo da 3mila euro, ai danni della Tabaccheria Zizzari, a Copertino.

I fatti risalgono allo scorso aprile. Ad agire, tre persone che, approfittando dell’orario di chiusura, si presentarono armati di fucile, e incappucciati nella rivendita di Via Mariano.

Dopo sette mesi di indagini, i carabinieri della tenenza di Copertino hanno incastrato uno dei tre presunti autori. Ad agevolare il lavoro degli investigatori sono state le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza di locali commerciali vicino alla tabaccheria svaligiata, in cui si vedeva una panda, con a bordo il commando, allontanarsi dopo l’assalto.

Stessa auto trovata poche ore dopo nelle campagne di Lizzanello, con dentro gli abiti utilizzati nella rapina. Nel bagagliaio dell’utilitaria c’erano anche i passamontagna ricavati dalle maniche di un maglione, lo stesso trovato a casa di Cimmina. Ora si cercano i suoi complici.