Pdl, torna il sereno dopo l’ultimo direttivo

Scoppia la pace, nel Pdl di Taranto, dopo l'ultimo direttivo convocato dai vertici provinciale. L'outsider Cristella, « finalmente si respira aria nuova»

cristella+

TARANTO- Scoppia la pace, nel pdl di Taranto, dopo l’ultimo direttivo convocato dai vertici provinciale. L’outsider è l’outsider Cristella, a sotterrare l’ascia di guerra, almeno fino alla prossima occasione « finalmente si respira aria nuova»
“Le porte- dice – si sono aperte al confronto e alla discussione sulle future linee politico-programmatiche del partito e per definire a breve scadenza, un  prospetto schematico di incontri aperti al dibattito su importanti tematiche che riguardano la crisi socio-economica che ha investito tutto  il territorio jonico”. Sul tavolo sono state poste questioni tra cui: l’ istituzione del Coordinamento cittadino. Il limite di due mandati; quindi il rafforzamento della struttura di partito, la maggiore vocazione assembleare, l’apertura al territorio

La discussione è stata franca, democratica e propositiva intorno a materie delicate come ad esempio le vertenze che hanno colpito i lavoratori della Natuzzi, della Miroglio, della Vestas e di tante purtroppo altre realtà lavorative che risentono drammaticamente della crisi economica.

Ciascuno dei presenti ha offerto il proprio leale contributo che si è rivelato utile per cercare di risolvere le controversie lavorative ancora in atto. Resta solo da verificare in futuro, se i buoni propositi che in detto consesso si sono sprecati da parte di molti ad impegnarsi per tenere accesa la fiamma del dibattito politico, non siano poi con il passare del tempo, vanificati dalla distrazione di chi è stato investito della responsabilità di far funzionare in maniera efficiente ed efficace il coordinamento provinciale del PDL”.