Aggressione calciatore, la Fondazione Taras: “Gesti figli d’ignoranza. Ma il calcio, per fortuna, non c’entra”

La Fondazione Taras: "Il calcio, per fortuna, non c'entra. Più in generale non c'entra la città, che non si riconosce in gesti simili, figli dell'ignoranza e di una miseria morale che offende, al pari di Carlotto, l'intera comunità dei cittadini"

_carloto

TARANTO- Sull’ aggressione subita dal calciatore del Taranto Luis Eduardo Carloto interviene la Fondazione Taras con una nota di solidarietà al centrocampista: l’associazione di promozione sociale “Fondazione Taras 706 a. C.” condanna fermamente il brutale pestaggio subito da Carloto ed esprime all’atleta rossoblù la più sincera e affettuosa vicinanza.Le ricostruzioni offerte dai Carabinieri escludono ogni legame tra l’episodio di violenza e l’attività professionale svolta da Carloto. Il calcio, per fortuna, non c’entra. Più in generale non c’entra la città, che non si riconosce in gesti simili, figli dell’ignoranza e di una miseria morale che offende, al pari di Carlotto, l’intera comunità dei cittadini e dei tifosi tarantini. – ed infine, al calciatore, i migliori auguri di una pronta guarigione”.