Pistolette in città, Notarnicola torna libero, Bellanova no

Operazione Reset, il Riesame ha deciso: Notarnicola torna in libertà. Bellanova resta in carcere

tribunale

LECCE- Notarnicola torna in libertà. Bellanova resta in carcere. Questa la decisione del Tribunale del Riesame a cui tutti e due gli indagati si erano rivolti. I prossimi saranno Davide Vadacca e Luca D’Attis. Tutti e 4 sono stati arrestati su ordinanza del gip Alcide Maritati.

Nel corso dell’interrogatorio di garanzia Bellanova aveva contestato il fatto che il suo nome fosse indicato fra coloro che erano presenti al ferimento di Gioele Greco. In quel periodo, infatti, era detenuto.

Secondo l’accusa, però, non cambia nulla: Bellanova si identifica nel Gabibbo, indicato come l’amico del Ciccione, cioè del Vadacca, cui si fa riferimento nella lettera scritta da Gioele Greco per essere inviata a Roberto Nisi a proposito delle spese del suo sostentamento: “Con il mio amico, per farti arrivare i soldi, li davamo a Big Jim oppure al Ciccione e al suo amico Gabibbo: questo è successo più o meno sei volte”.