Morte sul lavoro a Milano, venerdì l’autopsia

Si volgerà venerdì l'esame autoptico sul corpo di Emanuele Pungente, il 43enne di Torre Santa Susanna precipitato da un'impalcatura a Milan sabato sera.

morti lavoro

TORRE SANTA SUSANNA- Sarà riconsegnata solo venerdì la salma di Emanuele Pungente, il 43enne di Torre Santa Susanna deceduto sabato sera in seguito ad un terribile volo da un cestello elevatore dove, nel pieno centro di Milano, si trovava per installare, insieme ad un collega, un telone pubblicitario.

Il magistrato inquirente ha infatti disposto l’autopsia sul corpo dell’operaio, da anni in Lombardia con la famiglia per motivi di lavoro. Secondo la ricostruzione dei fatti operata dagli inquirenti, il 43enne si trovava sul cestello insieme ad un collega. Mentre i due cercavano di fissare gli angoli di un telo pubblicitario sull’apposito supporto metallico, Pungente avrebbe perso l’equilibrio, volando giù per una quindicina di metri e impattando violentemente contro un basamento in cemento armato.

Immediato è partito l’allarme al 118, ma quando sul posto sono arrivati i paramedici non hanno potuto fare altro che constare il decesso. L’operaio è infatti morto sul colpo.

La salma di Piero, dopo l’ispezione cadaverica prevista per venerdì mattina sarà subito trasferita in Salento. Poi, l’ultimo saluto ad un’altra vittima del lavoro.