Alluvione Ginosa, oggi sopralluogo della protezione civile

Sopralluogo del capo della protezione civile nazionale Franco Gabrielli, nelle campagne di Ginosa colpite dall' alluvione dell'8 ottobre. Dopo un'ispezione in elicottero incontrerà le autorità locali.

ginosa

GINOSA- Sopralluogo oggi a Ginosa del capo del dipartimento nazionale di protezione civile Franco Gabrielli. Sarà un sopralluogo in elicottero. Il prefetto, accompagnato dal dirigente della protezione civile della regione Puglia Lucca Limongelli e dal prefetto di Taranto Claudio Sammartino.

L’ ispezione servirà a quantificare con maggiore percussione i danni provocati dalla scorsa alluvione dello scorso 8 ottobre. Un violento nubifragio che ha fatto contare 4 vittime, oltre che la distruzione di coltivazioni, la morte di bestiame di interi allevamenti e, ancora i danni alla viabilità, alle infrastrutture, alle abitazioni.

Ma l’ ispezione servirà anche a fare un punto della situazione che dopo, Gabrielli, Limongelli e Sammartino, riporteranno in un incontro, con atterraggio alle 14 circa davanti al campo sportivo comunale, alle autorità locali, a partire dal sindaco Vito de Palma. I cittadini aspettano risposte: e non solo quelli colpiti dall’ ultima alluvione. Ma anche molte famiglie messe in ginocchio dall’alluvione del 2011 ancora attendono gli aiuti dallo Stato, nonostante all’epoca, anche dopo quasi un anno, fui riconosciuto lo stato di  calamità naturale.

È stata attivata intanto, tra i finanziamenti degli enti e delle banche locali, anche una raccolta fondi pro Ginosa, cui aderiranno anche   i giovani industriali di Lecce, Bari, Brindisi e Foggia. La raccolta è stata avviata avviata dai giovani imprenditori della Confindustria di Taranto. “Ad oggi – sottolineano i Giovani Imprenditori – la stima approssimativa della ricostruzione complessiva si aggirerebbe attorno ai 15 milioni di euro, anche se al momento ogni valutazione  rischia di essere ancora parziale”.