Ai 180 cani del “canile lager” di Neviano ci penseranno le associazioni animaliste

In soccorso ai 180 cuccioli del canile lager di Neviano, ora ci penseranno le associazioni ORAA., NUOVA LARA, DIVA e L’IMPRONTA.

SONY DSC

NEVIANO- Ai 180 cani del canile lager di Neviano, ora ci penseranno le associazioni ORAA., NUOVA LARA, DIVA e L’IMPRONTA. Il provvedimento è stato disposto dal magistrato che sta indagando sul caso, il sostituto procuratore Stefania Mininni che ha accolto l’istanza con cui la dottoressa Paola Rollo, presidente dell’associazione O.R.A.A. (Obiettivo Recupero Animali e Ambiente), insieme con l’ avvocato Catanzaro (vice presidente dell’associazione Nuova Lara), ha chiesto di potersi occupare e di poter cercare una sistemazione ai agli sfortunati animali del “canile” di Neviano.

“Non potendo più accettare che, ancora una volta, degli animali sequestrati venissero lasciati nelle mani di chi li aveva così malridotti- ha spiegato la dottoressa Rollo- è stata fatta istanza affinché le associazioni iscritte all’albo delle associazioni per la protezione degli animali della Regione Puglia, che ne avessero fatto richiesta, fossero autorizzate ad entrare nel canile per poter conoscere i cani, fotografarli e rendere loro la dignità rubata”.