Operazione Speed drug, tutti davanti al gup

In 69 si presentano davanti al giudice Alcide Maritati per l'udienza preliminare che si è tenuta nell'aula bunker del carcere di Borgo San Nicola.

carcere di  Borgo S.Nicola

LECCE- Operazione Speed drug: in 69 si presentano davanti al giudice Alcide Maritati per l’udienza preliminare che si è tenuta nell’aula bunker del carcere di Borgo San Nicola. E la maggior parte scelgono di essere giudicati con rito abbreviato che sarà celebrato tra il 22 gennaio e il 19 febbraio. Una decina di imputati propongono patteggiamento, e la sentenza sarà pronunciata il 25 novembre. Nel corso della stessa udienza sarà discussa la posizione dei restanti 10 imputati che hanno scelto di andare a dibattimento.

Le indagini partirono da un tentato omicidio, quello di Antonello Cagnazzo a Cutrofiano. La ricerche degli autori portarono a smascherare una rete fittissima di collegamenti tra tre gruppi criminali operanti tra la città capoluogo, Galatina ed Arnesano, organizzatissimi nel rifornimento della droga e nella sua collocazione sul mercato al dettaglio, con spacciatori in ogni angolo, a giudicare dal numero delle persone coinvolte.