Congresso Pd, domani si vota per la segreteria. Tesseramento “fisiologico”

Congresso provinciale del Partito Democratico al via. Domani si vota per il rinnovo senza polemiche sulle tessere. Il partito: “Iscritti in diminuzione rispetto al 2009. Numeri fisiologici”.

pd

BRINDISI- Prima giornata di congresso del Pd e poche ore, quindi, alle votazioni che, nella serata di mercoledì, determineranno il nuovo assetto del partito in provincia di Brindisi. Una provincia rimasta fuori dalla bagarre sulle tessere, vera e propria chiave che determinerà poi il risultato finale. I numeri del tesseramento, infatti, non regalano particolari anomalie e, quindi, neppure le accese polemiche già viste in altri lidi.

Nel dettaglio, anzi, il numero complessivo di tesserati risulta essere inferiore rispetto a quello del 2009, anno dell’ultimo congresso.  Nel 2009, tanto per capirci, gli iscritti in provincia di Brindisi erano 3679. Al momento, invece, sono circa 2700. Numeri comunque destinati ad aumentare, quanto sensibilmente si vedrà, nelle prossime ore. Fino all’ultimo minuto utile per il voto, ovvero le 22 di mercoledì, sarà infatti possibile tesserarsi al partito e, quindi, guadagnare l’accesso alle urne.  Difficile, comunque, che la situazione, definita “fisiologica” dai maggiorenti del partito, possa mutare sensibilmente.

Un dato particolarmente interessate può arrivare dal comune capoluogo, uno dei pochi casi dove il numero dei tesserati è sensibilmente aumentato rispetto all’ultimo congresso. Da 713 si è passati a 744. Ma anche in questo caso, nessuna particolare anomalia quanto, piuttosto, un accesa ma leale sfida tra il segretario cittadino uscente Antonio Elefante e lo sfidante Cristiano D’Errico.

Per la poltrona di segretario provinciale, invece, è sfida a tre. Maurizio Bruno, Giuseppe Tagliene e Annamaria Scalera si divideranno i voti di chi, dalle 16 alle 22 di mercoledì, raggiungerà la sala Marino Guadalupi del Comune di Brindisi per scegliere il suo segretario.