Al via il piano anti batterio per salvare gli ulivi del Salento

Moria ulivi: varato oggi su proposta dell’assessore alle Risorse Agroalimentari, Fabrizio Nardoni, le misure di emergenza per combattere il batterio killer

ulivo secolare 'Ambra' adottato dal Prefetto di Lecce Perrotta

BARI- La Giunta regionale ha varato oggi su proposta dell’assessore alle Risorse Agroalimentari, Fabrizio Nardoni, le misure di emergenza per combattere il batterio killer che sta uccidendo gli ulivi del Salento.

Il monitoraggio riguarderà la zona focolaio (dove saranno estirpate le piante), la zona di insediamento (dove saranno bruciate solo le vegetazioni contaminate ), la zona tampone (fascia limitrofa al focolaio nella quale non è stata ancora riscontrata la presenza del patogeno) e le zone di sicurezza (fascia perimetrale limitrofa alla zona tampone a ulteriore garanzia del contenimento del patogeno).

“Ora – ha commentato l’Assessore regionale Nardoni – il Ministero faccia la sua parte individuando le risorse aggiuntive che serviranno a sbarrare le porte del paese al pericoloso batterio”.