Salvatore Capone: “Chiedo ai vertici Pd la sospensione di tutti i congressi”

Capone interviene con un comunicato ufficiale indirizzato a tutti i vertici del Pd per chiedere la sospensione immediata di tutti i congressi.

Salvatore Capone

LECCE- Il deputato del Pd sostenitore della mozione Rampino è intervenuto con un comunicato ufficiale indirizzato a tutti i vertici del Pd per chiedere la sospensione immediata di tutti i congressi. Le osservazioni di Morassut e l’intervento della commissione di garanzia dimostrerebbero l’esistenza di anomalie intollerabili. “Tesseramenti esponenziali e quasi impazziti, segretari di circolo ricoverati per malore, minacce evidenti e latenti, ingiurie verso i parlamentari del territorio. Se tutto questo è “normale”, e se sono “normali” le anomalie fianco registrate dall’on. Roberto Morassut inviato in veste di osservatore, allora so con certezza che non è questo il Pd a cui sono orgoglioso di appartenere”, spiega Capone.

Poi, il deputato democratico respinge le accuse di essere debitore del Pd: “Come ho avuto modo di sottolineare in più occasioni e da ultimo nella lettera inviata al Tesoriere Regionale on. Ludovico Vico, piuttosto che debitore devo, allo stato degli atti, definirmi creditore.

“La lealtà al Partito, e il coraggio con cui Alfonso Rampino, uno dei candidati alla Segreteria Provinciale, ha scelto di lanciare l’allarme su “probabili anomalie nel tesseramento” rivelatesi poi non solo vere ma esponenziali dinanzi allo stesso allarme lanciato, oggi sollecitano agli organi di governo e di garanzia del Pd, a tutti i livelli, un’assunzione di responsabilità forte ed evidente, per tornare a parlare la lingua della legalità e della trasparenza, dimostrando quella coerenza e quella differenza che, oggi più che mai, i cittadini pretendono dalla politica e dalle nostre classi dirigenti”, conclude l’onorevole Salvatore Capone.