Ragazzino non passa la palla al figlio, i genitori si picchiano durante torneo

Un torneo di calcio tra bambini rovinato dalla rabbia degli adulti. E' accaduto in un impianto sportivo di Nardò. i genitori di uno dei ragazzini non hanno gradito il fatto che un altro piccolo giocatore non avesse passato la palla al loro figlio.

calcio

NARDO’- Un torneo di calcio tra bambini rovinato dalla rabbia degli adulti. E’ accaduto  lo scorso agosto in un impianto sportivo alla periferia del paese durante il torneo “Junior Cup” riservato a bambini e ragazzi di circa 12 anni. Gli spalti erano gremiti di mamme e papà urlanti e incitanti i propri figli.

Al termine dell’incontro però i genitori di uno dei ragazzini non hanno gradito il fatto che un altro piccolo giocatore non avesse passato la palla al loro figlio. Così, mentre usciva dal campo lo hanno tirato per un braccio, strattonato e anche schiaffeggiato. Ne è nato un parapiglia con il padre della vittima intervenuto per difendere il figlio. Il tutto sarebbe degenerato in rissa se non fosse intervenuto un poliziotto del Commissariato di Nardò che, libero dal servizio, e presente sul posto in quanto papà di uno dei partecipanti, è riuscito a ristabilire la calma.

Sembrava che la cosa fosse finita lì, e invece proprio in questi giorni i genitori del ragazzino aggredito hanno formalizzato la denuncia nei confronti degli aggressori: un 63enne e sua moglie per i quali ora saranno avviate le indagini.