Aggredisce carabiniere e poi fugge: arrestato per spaccio

Arrestato per Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e di Resistenza a pubblico ufficiale SOLAZZO Pietro, nato a Sano Pietro Vernotico, ma domiciliato a Porto Cesareo

carabinieri

PORTO CESAREO- Nel primo pomeriggio odierno i militari della Stazione di Porto Cesareo hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato – di Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e di Resistenza a pubblico ufficiale – di SOLAZZO Pietro, nato a Sano Pietro Vernotico, classe ’79, residente a Cellino San Marco, di fatto domiciliato da pochissimo a Porto Cesareo, bracciante agricolo pluripregiudicato. Durante un normale controllo alla circolazione stradale, la pattuglia di Porto Cesareo ha fermato la convivente di SOLAZZO, chiedendole “i documenti”.

Lei ha risposto di avere patente, carta di circolazione e contratto di assicurazione presso il non distante domicilio. Ha quindi invitato uno dei due militari a seguirla. Effettivamente i documenti erano tutti presenti in casa. Tuttavia il militare “accompagnatore” ha sentito un forte odore di Marijuana provenire dalla tromba delle scale. Ha quindi deciso d’iniziativa di procedere ad una perquisizione domiciliare.

Sul terrazzo ha trovato nascosto dietro l’uscio SOLAZZO. Sotto il lavandino, non distante da quest’ultimo, un panetto di 40 grammi di Hashish e 3 grammi di Marijuana. Alla scoperta dello stupefacente SOLAZZO ha scaraventato a terra il militare riuscendo a guadagnare la fuga. Nonostante le numerose escoriazioni e contusioni, il militare (ne avrà per 10 gg secondo quanto riportato dai medici del “Fazzi” di Lecce) si è messo all’inseguimento del fuggitivo raggiungendolo dopo circa 500 metri. Su disposizione del PM di turno, dott. Gagliotta, l’arrestato è stato condotto presso la Casa circondariale di Lecce.