Ascoli-Lecce, sfida tra squadre in cerca di punti

Scontro diretto nella parte bassa della classifica tra due squadre che hanno avuto un avvio di stagione deludente. Al Del Duca un Lecce incerottato con Lerda pronto a gettare nella mischia Bogliacino che sembra aver recuperato.

mister Lerda

LECCE- La prima novità del nono turno di campionato di Lega Pro è l’orario del calcio d’inizio delle gare che si disputeranno alle ore 14,30. Il Lecce sarà di scena al De Duca di Ascoli, stadio che ha visto incrociare i destini delle due squadre in ben 16 occasioni con due sole affermazioni dei giallorossi.

Le altre novità riguardano la formazione di mister Lerda che ancora una volta deve fare di necessità virtu’ nelle scelte tecniche per l’undici titolare. In porta non ci sarà Perucchini che non ha recuperato dall’infortunio accusato dopo uno scontro di gioco in alleamento in settimana. I guantoni saranno affidati al neo 18enne Bleve e il suo secondo sarà Chironi, portiere 16enne della Beretti convocato per la mancata disponibilità di Petrachi.

Ma la lista degli indisponibili si allarga a Miccoli che non fa parte dell’elenco dei convocati sempre a causa di un problema fisico non ancora smaltito del tutto, Beretta, Sacilotto e Bellazzini completano le defezioni. Chi invece era a rischio ma per la sfida marchigiana ci sarà è Mariano Bogliacino.

L’uruguaiano impiegato per 25 minuti circa domenica scorsa contro il Gubbio, aveva accusato un risentimento che aveva tenuto il tecnico con il fiato sospeso. La convocazione scioglie buona parte dei dubbi e quindi Bogliacino potrebbe essere impiegato sin dal primo minuto. Si tratterebbe di una soluzione importante per il gioco giallorosso che necessità della qualità espressa anche se a corrente alternata dall’eclettico giocatore giallorosso.

Ascoli e Lecce in comune hanno un avvio di stagione al di sotto delle aspettative ed ecco che il successo in quello che è uno scontro diretto della parte bassa della classifica diventa fondamentale.

L’Ascoli al momento con i suoi sei punti vanta una lunghezza di vantaggio sul Lecce ma non bisogna dimenticare che sul campo i punti conquistati dai bianconeri erano di piu’, ridimensionati dalla penalizzazione inflitta dalla Commissione Disciplinare Nazionale della Figc. La squadra di mister Pergolizzi che sul campo fin’ora ha ottenuto 2 vittorie, 3 pareggi 2 sconfitte, davanti al proprio pubblico stenta.

Solo due punti conquistati al Del Duca senza ancora nessuna vittoria casalinga. L’attacco che registra per la partita con i giallorossi l’assenza importante di Malatesta, non è di prim’ordine con soli sei gol siglati e di questi ben 5 nei primi tempi mentre la difesa invece registra solo 7 gol subiti. Appare scontato che un successo contro una squadra, il Lecce, di maggiore blasone, servirebbe a rassenerare gli animi in un ambiente in cui ultimamente si vivono tensioni anche extracalcistiche.

Difficile ipotizzare l’impianto di gioco di Lerda per la sfida di Ascoli. Molto dipenderà dall’impiego e dalla posizione in campo di Bogliacino. In avanti c’è il solo Zigoni di ruolo, l’attaccante ha messo la sua firma sul successo di Coppa Italia di Lega Pro contro il Barletta. Le speranze offensive del Lecce sono affidate alla sua vena realizzativa in parte ritrovata. Sarà dunque un match vero tra due squadre bisognose di punti e di fornire risposte in chiave classifica; per il Lecce una prova contro un avversario attendibile per testare i timidi segnali di crescita percepiti nelle ultime giornate e dare seguito ai piccoli passi mossi in classifica.