Lecce, è allarme attacco

Il Lecce è già partito per Ascoli. Il tecnico Lerda ha convocato 21 calciatori. Non ci sono Miccoli, Perucchini, Beretta, oltre a Petrachi.

lecce calcio

LECCE- Sono ventuno i calciatori che Lerda ha scelto per affrontare la sfida di Ascoli. Partenza anticipata per la squadra giallorossa. L’allenatore giallorosso oltre a Miccoli, Bellazzini e al solito Petrachi ha dovuto rinunciare anche a Beretta, Sacilotto e a Perucchini, quest’ultimo infortunatosi durante la seduta di giovedì. In porta al “Del Duca” andrà Bleve, il suo vice sarà Chironi.
L’emergenza riguarda soprattutto l’attacco. Oltre alla defezione certa di Miccoli (l’attaccante si riaggregherà al gruppo da martedì prossimo) è stata confermata anche l’assenza di Giacomo Beretta a causa della frattura della nona costola riportata durante la sfida contro il Gubbio. Scelte forzate, pertanto, per l’allenatore giallorosso alla vigilia della sfida con i bianconeri marchigiani. Al centro dell’attacco ci sarà ancora Zigoni, rinfrancato dal gol qualificazione nella partita di Coppa Italia contro il Barletta di mercoledì. L’ex attaccante dell’Avellino era finito tra le seconde scelte dell’allenatore giallorosso a beneficio di Beretta. Sulla scia della partita di Barletta Zigoni può dare una svolta alla propria stagione. Zigoni nel match di Coppa Italia aveva anche colpito un palo. Ai suoi fianchi potrebbe agire Ferreira Pinto.

Il brasiliano, finito in tribuna negli ultimi due incontri di campionato è stato chiamato in causa per la Coppa fornendo segnali di ripresa. Pertanto l’ex Varese si candida a far coppia con Zigoni per l’attacco che cercherà di scardinare la difesa ascolana, finora bucata quattro volte davanti al proprio pubblico. Se in attacco c’è emergenza, in difesa invece si registra una certa abbondanza, ami vista prima.

Bencivenga, D’Ambrosio, Diniz, Ferrero, Lopez, Martinez, Nunzella, Rullo, Sales e Vinetot hanno risposto presente al tecnico giallorosso. Bisognerà capire se il tecnico piemontese continuerà con la difesa a tre oppure allungherà la linea difensiva portandola a quattro.

Sono in dieci per quattro maglie, ma bisogna considerare che Lopez potrebbe giocare sulla linea dei centrocampisti lasciando spazio a Nunzella o Rullo, quest’ultimo assente da tempo dai campi e riproposto per venti minuti nel match di Barletta. Rispetto a domenica scorsa e anche alla sfida di Pagani Lerda farà a meno dell’infortunato Sacilotto. Le scelte di centrocampo e attacco ruotano intorno alla presenza di Bogliacino. Tenuto precauzionalmente a riposo per la partita di Coppa ( a causa di un affaticamento al quadricipite), l’uruguaiano potrebbe agire alle spalle di Zigoni.

In questo caso verrebbe scartata l’ipotesi di vedere Ferreira Pinto a ridosso della punta avanzata. Il brasiliano così sarebbe una delle carte che Lerda potrebbe girare sul tavolo verde e nell’undici di partenza, probabilmente a destra. In comune Ascoli e Lecce condividono il ritardo della vittoria casalinga che per i marchigiani manca dal 28 marzo scorso.

La squadra bianconera si presenta alla sfida con il Lecce con due punti di penalizzazione inflitti dalla Commissione disciplinare della Federcalcio per «il mancato deposito entro i termini previsti dell’avvenuto pagamento dei contributi Inps e delle ritenute Irpef, riguardanti gli emolumenti per le mensilità di maggio e giugno 2013»