Ancora un’anziana truffata. La Polizia consiglia: “Non aprite!”

Un uomo che si finge amico del figlio lontano di casa, la telefonanta di un complice e la trappola è tesa. Ancora una truffa ad anziana a Taranto. Ecco i consigli della polizia

truffa anziana

TARANTO- Nella mattinata di ieri, gli Agenti della Sezione Volanti, si sono recati presso l’abitazione di un anziana signora di 79anni, vittima di truffa.
Dal racconto della vittima, i poliziotti hanno appreso che verso le 10,30 di ieri, mentre passeggiava per strada è stata avvicinata da un uomo, ben vestito, alto circa mt.1,65, corporatura robusta, capelli biondi che con modi affabili diceva di conoscere suo figlio e che lo stesso doveva ancora restituirgli la somma di 1.500 euro per un pregresso debito.

A conferma delle sue dichiarazioni, il truffatore ha fatto parlare la vittima al telefono cellulare con un suo complice, che spacciandosi per il figlio, ha confermato di avere il debito con il suo amico.

La donna convinta della veridicità di quanto dichiarato dal giovane, si è fatta accompagnare a bordo di un’ auto di colore grigia condotta dal truffatore, presso la sua abitazione e gli ha consegnato la somma richiesta.Dopo aver intascato il denaro, l’uomo ha fatto perdere le sue tracce.

La Questura, da sempre impegnata nel contrasto di queste truffe, ancora una volta, comunica le più elementari norme di comportamento per evitarle, tra queste:

-Non aprite la porta di casa a sconosciuti anche se vestono un’uniforme o dichiarano di essere dipendenti di aziende di pubblica utilità.

-Quando fate operazioni di prelievo o versamento in banca o in un ufficio postale, possibilmente fatevi accompagnare, soprattutto nei giorni in cui vengono pagate le pensioni o in quelli di scadenze generalizzate. Non fermatevi mai per strada per dare ascolto a chi vi offre facili guadagni o a chi vi chiede di poter controllare i vostri soldi o il vostro libretto della pensione anche se chi vi ferma e vi vuole parlare è una persona distinta e dai modi affabili.

-Durante il tragitto di andata e ritorno dalla banca  o dall’ufficio postale, con i soldi in tasca, non fermatevi con sconosciuti e non fatevi distrarre.