Pubblica sul web il video del gatto maltrattato: due denunce

Lanciano in aria un gatto, pubblicano il video su facebook e finiscono denunciati.

gatto

BRINDISI– Tra le risate generali degli spettatori, il povero micio viene lanciato con violenza in aria.Pensavano fosse un gioco. Invece, sembrerebbe essere un maltrattamento bello e buono. Meritevole di denuncia effettuata, a carico del ragazzo brindisino che ha postato questo capolavoro sulla sua pagina facebook, dal presidente dell’associazione nazionale Aidaa Antonella Brunetti.

Il video dura pochi secondi. La cugina dell’improvvisato regista lancia, tra le risate generali e la disperazione del poveroanimale, il gatto in aria.

“Tale fatto – fanno sapere dall’associazione in difesa degli animali – si configura nel reato di cui all’ art 544-ter C.P. e si considera punibile anche colui che non solo vuole arrecare nocumento all’animale, ma anche chiunque pur non volendo raggiungere direttamente la predetta finalità, agisce ugualmente accettando il rischio del suo verificarsi.”

La denuncia è quindi partita nei confronti dell’improvvisato operatore e della cugina, che hanno poi diffuso il filmato su Facebook. Entrambi di Brindisi ed entrambi già identificati dalle forze dell’ordine.

“Gli atti di violenza verso gli animali negli ultimi anni – spiega la Brunetti – sono sempre più frequenti tra gli adolescenti che bramano fama sui social network, il chè non giustifica simili gesti, anche se frutto di stupidità o momento goliardico, non accettabile sulla pelle di esseri viventi, anzi, l’aggravante è rappresentato dal cattivo esempio verso i più piccoli, sempre più presenti sul web, incrementando , altresì,  il dilagante fenomeno dell’emulazione”. Insomma, se i gatti hanno 7 vite, chi li maltratta dimostra di essere 7 volte stupido.