Auto contro pullman, scontro all’alba sulla provinciale

Terribile scontro tra un'auto e un pullman,questa mattina, sulla provinciale Ceglie Francavilla. Un giovane Cegliese incastrato tra le lamiere. Non è in pericolo di vita

Ambulanza

FRANCAVILLA- Perde il controllo dell’auto che sbanda e finisce prima contro un autobus pieno di persone, e poi contro un muretto a secco adiacente all’asfalto. Il bilancio parla di tanta paura e un ferito, fortunatamente non in pericolo di vita.

Tragedia sfiorata, all’alba, sulla strada provinciale che collega Francavilla Fontana e Ceglie Messapica, teatro, ancora una volta, di un terribile scontro tra mezzi.

Nello specifico, intorno alle 7 di mattina, il sinistro ha visto coinvolta una Fiat Multipla guidata dal 31enne di Ceglie Antonio Maggi che, in direzione Francavilla, all’altezza di contrada Palmarino, avrebbe perso il controllo del mezzo entrando quindi in collisione con un autobus guidato dal 37enne di Cisternino Giovanni D’Amico che trasportava 30 lavoratori, tra uomini e donne, braccianti agricoli.
Nello contro è stata proprio l’auto italiana ad avere la peggio. Dopo l’impatto con il pullman e ridotto a trottola impazzita, il mezzo è finito contro un muretto a secco.

Il giovane conducente, dipendente di una pasticceria di via Gorizia, nella città degli Imperiali, è rimasto incastrato tra le lamiere fino all’arrivo del vigili del fuoco del locale distaccamento, che hanno tagliato in due l’auto ed estratto il corpo del poveretto, immediatamente trasportato presso l’ospedale Antonio Perrino di Brindisi. La prognosi, per Maggi, è di 40 giorni giustificati dalle fratture degli arti inferiori.

Non è quindi in pericolo di vita. Praticamente illesi, invece, il conducente e gli occupanti del bus. Unica nota lieve nella recente storia della provinciale, già teatro in passato di drammatici incidenti. Quasi un anno fa, nello scontro tra due mezzi, persero la vita 4 donne di Francavilla e un anziano di Ceglie.