Via alle bonifiche, Pini: “L’inquinamento procede ma intervento necessario”

Via alle operazioni di disinquinamento a Taranto. A Statte il primo intervento. Pini: «Sappiamo che l'inquinamento continua ma le bonifiche sono necessarie»

lavoro_nero--400x300

STATTE- Al via, dopo mesi di annunci, il primo intervento di disinquinamento a Taranto. La «prima pietra» delle bonifiche viene posata nel comune di Statte, a pochissimi chilometri di distanza dal capoluogo.
Il primissimo cantiere, del valore di 37 milioni, che fa parte di un progetto complessivo di bonifica per 400 milioni riguarda la bonifica dall’inquinamento dell’area Pip (Piano insediamento produttivo) a sud del Comune di Statte, alle porte di Taranto.

Il cantiere che si apre domani, riguarda la caratterizzazione della falda profonda per una spesa di circa 400mila euro. “L ‘intervento preliminare che permettera’ di valutare il livello dell’inquinamento della falda profonda e la natura degli inquinanti che l’hanno colpita in modo da poter poi approntare il successivo intervento”.

Ma quella di oggi è solo una prima goccia, nel mare dell bonifiche, dell’intera areea in un territorio che, come riconosce Pini rimane arsposto a forte inquinamento