Lecce, pochi dubbi più certezze. Bogliacino c’è

Per la partita contro il Gubbio il tecnico del Lecce Lerda potrà contare anche su Mariano Bogliacino: l'uruguaiano potrebbe partire dalla panchina

bogliacino

LECCE- Doumbia e Ferreira Pinto per una maglia, con il francese in vantaggio. Sarà quasi certamente suo il posto che Lerda riserverà nella zona più vicina a quella di Beretta, punta della squadra.
Viste le ultime due partite merita dall’inizio la fiducia  del tecnico giallorosso. Contro il Barletta, Lerda lo aveva mandato in campo nello scorcio finale dell’incontro timbrando la traversa mentre con la Paganese l’ex Siena si era appena accomodato in panchina che ha dovuto rilevare l’infortunato Bellazzini dopo appena sei minuti. Ed è stato il parigino a decidere l’incontro e a regalare la prima vittoria in campionato alla formazione giallorossa. Lerda non ha molte soluzione offensive e quindi punterà sul transalpino e su Beretta, con Zigoni ancora in panchina.

Per il resto dovrebbe giocare lo stesso undici visto all’opera domenica scorsa in Campania. Davanti a Perucchini dovrebbero giocare Vinetot, Martinez e Diniz. A centrocampo: D’Ambrosio, Sacilotto, Amodio, Salvi e Lopez. In attacco Doumbia e Beretta.  Pertanto, una sola novità rispetto a Pagani se Lerda dovesse confermare le sue intenzioni anche nella seduta di rifinitura del Via del mare.

La tentazione è quella di dare spazio a Mariano Bogliacino che vestirebbe altre vesti rispetto a quelle indossate durante la gestione Moriero. L’uruguaiano, però, ha appena recuperato dall’infortunio che lo ha tenuto fuori per cinque partite. L’ultima presenza l’ha fatta registrare nella sfida interna contro L’Aquila quando rimase in campo per 90′. Lerda ha davvero ampia scelta, questa volta, visti i recuperi pure di Parfait e Papini, quest’ultimo in campo per qualche minuto contro la Paganese mentre Parfait è rimasto in tribuna. Una condizione ideale, comunque, per qualche tecnico. Sempre meglio rinunciare per abbondanza.

Non va bene, invece, in casa Gubbio. Il tecnico Bucchi ha gli uomini contati. L’allenatore degli umbri deve rinunciare a Malaccari (per un problema alla spalla), Boisfer e Sarr. A Lecce arriva una squadra largamente rimaneggiata e che in settimana ha subito la seconda sconfitta in campionato, la prima interna, ad opera del Grosseto.

Il Gubbio ancora senza vittoria, il Lecce insegue il primo successo interno. Le motivazioni non mancano per dar vita ad una partita accesa e che per il Lecce rappresenterà un test di conferme dopo i segnali lanciati contro Barletta e Paganese.