La Commissione Pd conferma: “Irregolarità e anomalie nel tesseramento”

La Commissione: "Abbiamo verificato e riscontrato assieme all’Organizzazione Regionale in relazione al tesseramento 2013, elementi di irregolarità e anomalie circa la quantità di tessere"

sede PD a Lecce

LECCE- L’appello di Rampino è stato ascoltato dalla Commissione di garanzia: la presidente Alessandra Giammarruto ha diffuso una nota in cui conferma le incongruenze e promette un intervento immediato.
“Abbiamo verificato e riscontrato assieme all’Organizzazione Regionale in relazione al tesseramento 2013, elementi di irregolarità e anomalie circa la quantità di tessere inviate dal Dipartimento Nazionale dell’Organizzazione al Coordinamento provinciale di Lecce per i comuni di competenza. Il Responsabile Organizzativo, Domenico De Santis, ci ha fornito il censimento in loro possesso relativo alle tessere presenti nei circoli della nostra provincia, in quanto tale dato era a noi sconosciuto, per una ulteriore verifica in loco. Da un’attenta analisi del prospetto ricevuto, quale corrispettivo della spedizione, ci siamo accorti che erroneamente nella nostra provincia, la consegna delle tessere è stata elaborata sulla base dell’anagrafica 2009 e non del biennio precedente 2011-2012. Non solo. Il censimento del regionale non rappresenta la realtà nella sua totalità ma ne certifica solo una parte, in quanto censisce solo le tessere c.d. “personalizzate”, quindi con la denominazione del circolo, e non tiene conto dell’ incremento attribuito del 20% di “schede bianche”.

Tant’ è che allo stato attuale, a fronte di una platea di circa 4.372 iscritti ci ritroviamo con 15.597 tessere in circolazione delle quali non siamo oggettivamente nelle condizioni di stabilire ad oggi in quali circoli si trovano le circa 2600 “schede bianche”.

Dovendo la Commissione provinciale per il congresso certificare la validità dell’Anagrafe 2013, abbiamo interessato la Commissione Nazionale del Congresso e l’On. Davide Zoggia dell’errore commesso dal dipartimento organizzativo nazionale, a Lecce come a Bari (su Brindisi è in corso una verifica), e ne attendiamo le comunicazioni, che vi saranno prontamente comunicate.