Chiude Agrogepaciok, un premio alla torta più bella e buona

Chiude l'ottava edizione di Agrogepaciok, il salone più buono che ci sia. E per il gran finale, c'è stata la superpremiazione per la torta più buona e più bella, preparata da due giovanissimi salentini.

agrogepaciok 2012_5

LECCE- Fiumi di cioccolata e gelato cremoso, zucchero, torte coloratissime che sembrano sculture e fragranti prodotti da forno. È il salone più buono che ci sia, per i golosi e, soprattutto, per gli addetti ai lavori.
E, per chiudere in bellezza la quattro giorni negli spazi di Lecce Fiere in piazza Palio, è stato organizzato il contest nazionale “Il Surrealismo di Dalì”, ideato da Cake design Lab “Bello è buono” e presentato dal campione del mondo di pasticceria Leonardo De Carlo.  Tre coppie, composte ciascuna da un decoratore e da un pasticcere, si sono sfidate con torte meravigliose ispirate alle opere di Salvador Dalì. Hanno vinto due giovanissimi salentini: Antonella Biasco (di Specchia) e Andrea Ferraro (di Alessano).

E si tirano le somme di questa edizione del salone nazionale della gelateria, pasticceria, cioccolateria e dell’artigianato agroalimentare, che ha visto 130 espositori arrivati da tutta l’Italia.