“Aspettando Tap”, ma la multinazionale non arriva

Per tutto il pomeriggio di ieri gli attivisti hanno atteso i vertici tap a san foca, per il sopralluogo programmato. La multinazionale non si è presentata. Melendugno tappezzata di manifesti no tap

percorso gasdotto TAP

SAN FOCA- Sembra una scena di Aspettando Godot, una sceneggiatura alla Samuel Beckett. Decine di persone ad attendere chi non arriverà mai.  Gli attivisti No Tap aspettano i membri del cda della multinazionale del gas. Secondo la comunicazione inoltrata dalla Questura al Comune di Melendugno, è prevista infatti la loro presenza nella marina, tra le 15.30 e le 17.30. Riservata a loro un’accoglienza inequivocabile.

L’amministrazione, guidata da Marco Potì, ha fatto affiggere lungo tutto il tragitto e nei centri abitati striscioni e cartelli con una scritta chiara: “No Tap”, “No al gasdotto”. “È mai possibile- commenta su Fb il primo cittadino- che questo strano e pittoresco individuo, un po’ bugiardello, del country manager g.p.russo, dice di aver avuto 170 incontri con le comunità locali e non si è ancora accorto che qui siamo nettamente contrari a TAP??? Glielo abbiamo dovuto scrivere a caratteri CUBITALI sui manifesti e sulle bandiere”.

La gente aspetta, paziente, cartelli e ombrelli alla mano. Ci sono soprattutto donne, di tutte le età. E hanno chiaro in testa ciò che vogliono dire ai manager europei che passeranno da qui, alla vigilia della discussione al Sernato del ddl di approvazione del progetto trasnazionale.

Alla fine, di loro nessuna traccia. “Hanno fatto una visita lampo sulla spiaggia di San Basilio”, riferisce qualcuno. Ma da qui, nessuno li ha visti passare. E per due ore li hanno attesi tutti. Compresi circa quindici agenti, forze dell’ordine spiegate per l’occasione…decisamente a vuoto.