Il Taranto cambia pelle per invertire la rotta

Cambio tattico anche per il Taranto di Maiuri costretto a rivedere l'assetto della squadra sia per gli infortuni che per l'avvio di stagione poco convincente. La società valuta 4 candidature per l'ingaggio di un difensore.

TARANTO CALCIO

TARANTO- Vuoi per necessità, vuoi per dare una svolta, il tecnico del Taranto Enzo Maiuri studia variazioni tattiche per la prossima gara di campionato contro il san Severo. Intanto tutto passa dalle condizioni di Miale che ancora accusa un fastidio alla coscia per il quale la sua presenza è in forte dubbio per la prossima di campionato. Dunque se il centrale non dovesse recuperare, Maiuri dovrebbe ridisegnare la linea difensiva affidandosi ai centrali Riccio e Pulci e ai laterali Viscuso e Prosperi. Una difesa tutta nuova che dovrà fronteggiare non solo l’avversario ma anche la paura e la tensione di un ambiente già caldo per i risultati di questo avvio di stagione.

Maiuri potrebbe così adottare il 4-3-3 con una linea mediana capace di dare supporto alla difesa e schierando un under a centrocampo potrebbe mandare in campo il tridente composto da Clemente, uno tra Molinari e Balistrieri e ancora uno tra Migoni e Ancora in attesa di rilancio dopo la buona prova nel finale di gara con il Brindisi.

La società intanto per invertire la rotta si tuffa sul mercato. Definito l’ingaggio di Procolo Caiazzo, terzino destro under del ’94 proveniente dal Messina, il Taranto è a caccia di un difensore centrale esperto e in grado di prendere per mano l’intero pacchetto arretrato.

Il Ds De Solda starebbe valutando quattro proposte d’acquisto: si tratta di Angelo Iorio, classe 1982, nelle ultime otto stagioni in B con le maglie di Cremonese, Piacenza e Grosseto. Mattia Notari, con un passato con la maglia del Mantova, Novara e nella massima serie belga con il Lierse. Andrea Petta (1992) promosso in Prima Divisione con L’Aquila. E infine  Simone Narducci, negli ultimi anni a Catanzaro.