Nubifragio, la conta dei danni e le vostre foto

E' il giorno della conta dei danni provocati dal nubifragiuo che si è abbattuto su tutto il Salento nella gironata di ieri. Ci sono zone ancora allagate ed i vigili del fuoco lavorano senza sosta. Voi telespettatori ci avete mandato moltissime foto e vi ringraziamo.

copertino2

LECCE- Non è la prima volta che il Salento viene messo in ginocchio da un acquazzone. Ed è insostenibile il pensiero della giovane vita spezzata a Ginosa, della donna travolta dall’acqua mentre era in auto. Il giorno dopo, mentre le previsioni meteo annunciano che non è finita qui, centinaia di interventi per allagamenti, auto impantanate, strade impraticabili, continuano ad impegnare Vigili del Fuoco e forze dell’ordine, che pian piano stanno ripristinando la normalità.
E continuano ad arrivare in redazione, all’indirizzo dilloatelerama@gmail.com, le vostre foto ed i vostri video, che stanno testimoniando la situazione e i danni in ogni comune, dal nord al sud Salento.

Queste ci arrivano da Copertino. Il fossato del castello, completamente pieno d’acqua, ridà alla fortezza l’aspetto che doveva avere nel XVI secolo.

copertino castello

Un altro paese molto colpito è Leverano. Questa strada è diventata il letto di un fiume.

leverano sera

A Porto Cesareo, in località “la Strea”, l’acqua risucchia un cassonetto e smantella l’asfalto.

cassonetto

auto

Poco lontano, a Carmiano, una famiglia ci invia le foto della strada in cui abita, via Ferraris, denunciando che qui, ad ogni pioggia, accade questo.

via Ferraris Carmiano 1

Una via cittadina di Salice Salentino.

Salice

Questo è un tratto della strada che collega Maglie a Cutrofiano. L’acqua ha inondato la campagna e poi si è spinta sulla carreggiata.

maglie-cutrofiano2

Questo è un incrocio di Aradeo.

aradeo1

E questo di Surbo.

surbo

Spostiamoci a sud: questa era Alliste

alliste

E questa è la situazione, incredibile, registrata a Torre S. Giovanni, marina di Ugento, dal partito dei comunisti italiani, che chiede al prefetto, al sindaco ed alla protezione civile regionale, di valutare ogni opportuno intervento per chiedere la dichiarazione di stato di calamità naturale.

ugento1

 

E questa è stata scattata in uno dei parcheggi dell’Ecotekne.

ecotekne
Tanti disagi anche nel Brindisino, specie nel capoluogo adriatico dove, per tutta la giornata di lunedì, si sono registrati episodi di allagamenti e blocchi alla circolazione, con decine di automobilisti soccorsi dalle forze dell’ordine ed intere arterie chiuse al traffico. Centinaia le cantine e le campagne allagate, con la Polizia municipale che ha invitato cittadini, a “non fare uso nelle prossime ore del proprio veicolo privato nella zona di viale Arno  degli  uffici della questura a causa dell’esondazione del Canale Patri”. In tilt anche il traffico aereo con ritardi e dirottamenti su Bari.

Solai a rischi quelli denunciati dai genitori degli studenti della scuola Calò del rione Casale, dove la pioggia avrebbe evidenziato infiltrazioni e cedimenti.  La situazione sta tornando alla normalità. Molte arterie sono state riaperte e sono stati liberati i sottopassaggi nei pressi della stazione. Situazione in netto miglioramento anche in provincia: a San Pancrazio Salentino il forum eventi è stato allagato da oltre 40 centimetri di acqua, e a San Pietro Vernotico sono stati chiusi due sottopassaggi.

Grazie a voi telespettatori abbiamo dato un quadro generale della situazione e dei danni, troppi, che si sono registrati ovunque.