Lancia un bengala dagli spalti, arrestato ultrà leccese

Arresto dopo la partita Lecce-Barletta. Un ultrà leccese avrebbe lanciato un fumogeno acceso dalla balaustra contro il campo di calcio. Ripreso dalle telecamere, gli agenti lo hanno ammenttato

foto x rep arresto ultrà

LECCE- In occasione della partita Lecce-Barletta di domenica scorsa dalla curva nord venivano accesi tre bengala due dei quali cadevano sul terreno di gioco.

Le telecamere posizionate di fronte alla curva consentivano, in un momento successivo, a personale della DIGOS, di visionare le immagini dalle quali si accertava che, alle ore 15.05, poco dopo l’inizio della gara, un tifoso con un fumogeno acceso saliva sulla balaustra per meglio sporgersi in avanti e lanciarlo sul campo di gioco.

L’uomo durante tutta la partita veniva attentamente seguito dal personale della DIGOS finché, ad incontro terminato, durante il deflusso degli spettatori, veniva fermato ed identificato per SCARPA Sandro, leccese del’66.

Grazie alla prova documentale rappresentata dalle registrazioni, l’uomo è stato questa mattina tratto agli arresti domiciliari per possesso e lancio di artifici pirotecnici nell’ambito di una competizione sportiva.

Si è, inoltre, proceduto alla denuncia in stato di libertà di un tifoso barlettano, N.N., del’76, che durante il primo tempo, giratosi di spalle, si è abbassato i pantaloni facendo vedere le parti intime ai tifosi della curva nord.

Ci sono, altresì, indagini in corso per identificare i tifosi del Barletta che durante la competizione hanno lanciato in campo degli artifizi pirotecnici.