Concussione, oggi sotto torchio il funzionario della soprintendenza

E' il giorno dell interrogatorio di garanzia per Marcello Giaffreda, il funzionario della soprintendenza accusato di concussione. Avrebbe chiesto una mazzetta da 300 euro per un nulla osta

tribunale

TARANTO- È in corso l’ interrogatorio di garanzia per il funzionario della Sovrintendenza ai beni culturali Marcello Giaffreda, geometra tarantino 58enne accusato di concussione. L ‘uomo infatti avrebbe  chiesto una mazzetta da trecento euro per rilasciare, sottobanco, un nulla osta per ristrutturare una villa posizionata in una zona a stretto vincolo paesaggistico, nei pressi di Rosa Marina, a Ostuni.A fare richiesta del lasciapassare edilizio un altro geometra, questa volta di Ostuni, per conto del proprietario della villa in cui si sarebbero dovuti avviare i lavori.

Il professionista, insospettito dalla richiesta di denaro ricevuta per l’ottenimento della concessione, s’è recato quindi al commissariato della Polizia di Ostuni dove ha denunciato l’accaduto. Da qui le indagini proseguite fino a  venerdì scorso,  Quando Giaffreda ha raggiunto il centro di Martina Franca per incontrare  il geometra ostunese.

Appuntamento al quale si è presentata però anche la polizia di Ostuni e Taranto. Gli agenti hanno atteso in disparte quindi che avvenisse effettivamente lo scambio del plico e il passaggio del denaro, poi sono entrati in azione, bloccando il 58enne, finito in trappola e arrestato con l’accusa di concussione.