Botte alla moglie: arrestato giovane incensurato

Con le botte, ha procurato un trauma cranico alla moglie. Una nuova storia di maltrattamenti in famiglia arriva da Taranto, dove è stato arrestato un giovane incensurato.

violenza-sulle-donne

TARANTO-  Maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. Storia di ordinaria violenza domestica in un paese del versante occidentale di Taranto. Un giovane incensurato è stato arrestato dai carabinieri.

Nel tardo pomeriggio, a seguito di una richiesta d’intervento giunta alla Centrale Operativa per una violenta lite familiare in corso, i militari si sono prontamente recati sul posto dove hanno trovato, all’esterno della sua abitazione, una donna in evidente stato di agitazione, la quale ha loro riferito di esser stata poco prima aggredita dal marito, tra le mura domestiche. All’interno dell’abitazione, i Carabinieri hanno rintracciato l’uomo e rinvenuto gli inequivocabili segni lasciati dall’avvenuta colluttazione.

Nella circostanza, la donna ha raccontato di essere già da tempo vittima delle violenze del proprio consorte e che quella era solo l’ennesima di una serie di aggressioni e minacce che non aveva mai voluto denunciare nella vana speranza di una riconciliazione.

La malcapitata, a cui il marito ha procurato un trauma cranico, ha dovuto ricorrere alle cure dei sanitari e si è trasferita presso l’abitazione dei genitori, mentre l’uomo, dopo le formalità di rito, è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Continua incessante l’attività dei Carabinieri a tutela delle donne che giornalmente vengono maltrattate e perseguitate da persone a loro legate sentimentalmente.