Vestas, sospesa per ora la mobilità: 250 operai sul filo

Il governo ha ottenuto la sospensione della mobilità per i 250 dipendenti Vestas a rischio licenziamento. Ma la soluzione è momentanea. Per la decisione definitiva c'è da attendere venerdì prossimo

vestas

TARANTO- Salvi, almeno per ora i 250 dipendenti della Vestas che da un giorno all’ altro , tra il 30 settembre ed il primo ottobre, si erano visti piombare addosso la notizia delle chiusura di Vestas Nacelles e quindi il passaggio da cassintegrati a licenziati. Ma il governo, con l incontro a roma al ministero dello Sviluppo Economico , ha ottenuto la sospensione della mobilità per i 250 operai. A darne notizia l’assessore al Lavoro della Regione Puglia Leo Caroli. Presenti al tavolo anche alcuni rappresentanti della multinazionale danese, tra cui l’amministratore delegato francesco velluto, il sindaco di Taranto Ippazio Stefano, e le organizzazioni nazionali e territoriali di Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil.
«La società ha illustrato le motivazioni alla base della decisione di cessare la propria attività presso il sito produttivo di Taranto – spiega in una nota il ministero dello Sviluppo Economico -. di risposta, il Governo condividendo le richieste avanzate dai sindacati e dalle istituzioni, ha richiesto alla società di sospendere la procedura di mobilità e di differire i termini della citata procedura fino alla ripresa del confronto previsto per il prossimo 11 ottobre. Dopo ampia discussione – si legge nella nota – la richiesta di moratoria avanzata dal governo è stata accolta».

Presenti al vertice anche tre delegazioni di lavoratori Vestas (per un centinaio di unità circa tra Vestas Nacelles, Vestas Blade e la sede commerciale di San Giorgio Ionico). Loro, i diretti interessati della vertenza, hanno preso con le pinze la notizia. E attendono l incontro id venerdì prossimo.

SINDACATI, RAPPRESENTANTI ISTITUZIONALI E LAVORATORI puntano sul fatto che, quello delle pale eoliche, è un settore strategico di produzione, dal momento che in italia non ci sono altre industrie dello stesso tipo. Una settimana di respiro da una parte per gli operai colpiti dalla vertenza, ma anche di tensione e di incertezza. l auspicio è che l’azienda decida per il dietro front definitivo e che vedrebbe il riavvio di Vestas Nacelles.