Via Duca degli Abruzzi e Parco Tafuro: situazione intollerabile

Il Coordinatore Cittadino MRS-MIR Valentino Latorre scrive al sindaco Paolo Perrone per sottolineare la situazione di estremo degrado in cui versano Via Duca degli Abruzzi ed il Parco Tafuro, in Via Luigi Corvaglia e quindi sollecitare l'intervento del Comitato dell'Ordine Pubblico

Valentino Latorre

LECCE-La situazione di estremo degrado in cui versano, ormai da lungo tempo, Via Duca degli Abruzzi ed il Parco Tafuro, in Via Luigi Corvaglia, è ormai intollerabile. In particolare, in Via Duca degli Abruzzi, purtroppo, da anni il clima sociale è andato deteriorandosi e, adesso, ritengo certamente intollerabile, appunto, che questa via del centro di Lecce sia in preda ad ubriachi, che vi bivaccano giorno e notte (espletando tranquillamente in pubblico i propri bisogni fisiologici, con conseguenti, gravi rischi per l’igiene pubblica), e ad extra-comunitari, frequentemente responsabili di risse e spesso e volentieri in preda ai fumi dell’alcol.
Relativamente al Parco Tafuro, invece, la situazione, forse, è anche peggiore. Ritengo assolutamente inammissibile, infatti, che il parco sia diventato il regno incontrastato di alcune bande di giovani che si dedicano, la sera, a continue azioni di vandalismo, dalle quali non sono usciti indenni nemmeno il monumento a Giorgio Tafuro, a cui il parco è dedicato, e la statua ivi presente di San Pio da Pietrelcina, Santo della Chiesa Cattolica tra i più venerati, anche nella nostra città.

Altrettanto inammissibile, dal mio modesto punto di vista, è che il parco sia sede fissa di numerosi barboni, che lo hanno scelto come loro “dormitorio” per la notte. E’ anche diventato, ormai, una vera discarica, con rifiuti di ogni tipo, ma relativamente a questo problema c’è oggi l’intervento di pulizia straordinaria ad opera dell’ Assessorato all’Ambiente del Comune di Lecce, che ringrazio fin d’ora per la cortese sollecitudine.

I residenti e gli esercenti di entrambe le vie, ovviamente, sono esasperati e l’abrogazione delle Circoscrizioni, voluta dal Governo Monti, purtroppo ha peggiorato la situazione, privando il nostro territorio del naturale anello di collegamento tra i cittadini ed il Comune.

In anni recenti, analoghi problemi in Via Palmieri, nel Centro Storico, furono seriamente affrontati quando il Sindaco di Lecce, anche su mia richiesta, decise di discuterne in seno al Comitato Provinciale per l’Ordine Pubblico e la Sicurezza. Ritengo, senza ombra di dubbio, che anche questa volta non si possa più aspettare e, quindi, ho chiesto al nostro Sindaco, Paolo Perrone, di interessare il Prefetto della provincia di Lecce affinchè valuti la necessità di convocare il suddetto comitato, al fine di porre i gravi problemi di Via Duca degli Abruzzi e del Parco Tafuro sul giusto tavolo interistituzionale, permettendo ai residenti ed ai commercianti delle zone interessate di far sentire la loro voce e pianificando quegli indispensabili interventi, ormai non più rinviabili, che andranno a sostituire singoli ed isolati interventi, apprezzabili, ma insufficienti.

Non c’è più tempo da perdere. Ognuno, secondo il proprio ruolo e le proprie responsabilità, deve impegnarsi al meglio per il bene di tutti i soggetti interessati e di tutti coloro che vogliono uscire dal tunnel del degrado in cui due zone della nostra città stanno piombando”.

Il Coordinatore Cittadino MRS-MIR
Valentino Latorre