Lerda: “Ritrovare il gusto della vittoria”

“La medicina migliore è sempre la vittoria: I ragazzi hanno bisogno di riassaporare il gusto del successo”. Così il tecnico del Lecce Lerda alla vigilia della sfida di Coppa Italia contro il Foggia

lerda

LECCE-  Il primo, contro il Foggia,  vale la qualificazione al secondo turno della Coppa Italia di Lega Pro. Il secondo, in programma domenica, è valevole per la sesta giornata di campionato. Il primo può avere effetti sul secondo. In campionato la squadra leccese è ancora a secco di punti e a precederla in graduatoria è proprio il Barletta.

Intanto, il derby contro il Foggia sarà utile a Lerda per valutare i calciatori che non ha potuto utilizzare a Perugia e consentire a chi finora ha giocato meno di acquisire una maggiore autonomia visti i problemi derivanti anche da una preparazione che ha condizionato non poco le prime uscite.

Contro il Foggia non si vedrà Miccoli, in ripresa dall’infiammazione al bicipite femorale della coscia sinistra. E forse neanche contro il Barletta. “Non sappiamo se lo avremo a disposizione per domenica prossima – afferma il tecnico giallorosso -, ma se non è al cento per cento non  ci può  essere utile”. Il capitano ha partecipato anche ad una partitella su campo ridotto.

Continuano a lavorare in maniera differenziata Rullo, Bogliacino (potrebbe rientrare a Pagani), Bencivenga e Parfait; questi ultimi hanno effettuato altri esami strumentali. Verso il rientro, invece, Papini.

La squadra è tornata ad allenarsi a Calimera, su un terreno sintetico, per evitare terreni pesanti in caso di pioggia.

Il gruppo giallorosso ha rivisto le fasi della partita di Perugia e gli atteggiamenti che non hanno consentito una corretta espressione di gioco. “Abbiamo commesso degli errori tecnici sul primo gol – spiega Lerda -, dopo il gol la partita l’ha fatta meglio il Lecce sebbene non abbiamo tirato mai in porta”.  

Contro il Foggia Lerda potrà utilizzare i calciatori fermi in campionato per squalifica. Pertanto, D’Ambrosio e Melara saranno della partita. Il tecnico giallorosso dovrebbe tornare alla difesa e ad un centrocampo a quattro.

Davanti a Bleve o Perucchini dovrebbero giocare D’Ambrosio, Vinetot, Ferrero e Nunzella; a centrocampo Melara,  Sacilotto, il debuttante Monaco (classe ’96) e Doumbia. In attacco Beretta e Zigoni, ma non è escluso l’utilizzo di Bellazzini per uno dei due attaccanti.

Sul Foggia, penultimo nel campionato di Seconda Divisione, il tecnico afferma. “Per noi è una partita importante – conclude -, la miglior medicina per uscire da questo momento è la vittoria”.

Lecce-Foggia sarà arbitrata da Lazzeri della sezione di Arezzo. Fischio d’inizio alle 20,30.