Ambiente, botta-risposta Peacelink-Assennato sull’aria che tira ai Tamburi

Il presidente di Peacelink Alessandro Marescotti risponde al direttore dell'Arpa Giorgio Assennato: "Aria dei tamburi eccellente? Mancano monitoraggi e dati certi sulle emissioni"

ilva

TARANTO- Continua il botta e risposta tra Alessandro Marescotti, presidente di Peacelink e Giorgio Assennato, direttore dell’ Arpa Puglia sulle condizioni ambientali dell aria al quartiere Tamburi di Taranto. Dopo le ultime dichiarazioni di Assennato, secondo il quale il miglioramento sulle emissioni sarebbe “eccellente”, il noto ambientalista tarantino risponde: “Nell’apprendere che la qualità dell’aria del quartiere Tamburi sarebbe , appunto, “eccellente” secondo il direttore generale dell’ARPA Puglia Assennato, non possiamo esimerci dal registrare che vi è un luogo di Taranto dove la qualità dell’aria sarebbe ancora più eccellente per via della bassissima concentrazione degli IPA: la cokeria ILVA. PeaceLink – ironizza Marescotti – aveva nelle scorse settimane consigliato gli abitanti del quartiere Tamburi di andare a dormire in cokeria, dato che i valori di concentrazione degli IPA (potenzialmente cancerogeni) erano inferiori in cokeria rispetto al quartiere Tamburi,almeno sulla base dei valori emersi dal monitoraggio previsto dall’AIA.

Oggi apprendiamo dal sito Arpa Puglia quanto segue: “Si informa che i monitor di IPA in continuo della rete ILVA continuano a fornire risultati che ARPA ritiene non attendibili e non validabili. Si sta quindi procedendo ad affiancare ai monitor della rete ILVA altri monitor in continuo, di proprietà ARPA ed appena calibrati in fabbrica”. Ci rallegriamo – conclude Marescotti – con ARPA per aver difeso l’eccellente qualità dell’aria dei Tamburi da altri rivali negandone la validazione dei dati.