Lecce, grosso bolide infuocato attraversa il cielo del Salento

Un sabato sera diverso per il cielo salentino che è stato attraversato da un grosso bolide infuocato

bolide

LECCE- Sabato 28 settembre un grosso bolide infuocato intorno alle 21 ha attraversato il cielo di diverse regioni d’Italia. E’ stato segnalato a Rimini, Roma, Pescara, Bari, Taranto, Lecce, Bologna e Firenze.

Un fenomeno durato diversi secondi ma che ha illuminato il cielo come fosse giorno. Si tratta di un Meteoroide,  un frammento roccioso o metallico relativamente piccolo (piccolo asteroide), la cui dimensione varia da quella di un granello di sabbia sino a quelle di enormi massi, anche con 100 metri di diametro. Generalmente essi possono essere responsabili di fenomeni acustici, ma in questo caso possiamo dire che è stato un passaggio abbastanza silenzioso.

Quando entrano nell’atmosfera i meteoroidi si riscaldano fino ad emettere luce, formando così una scia luminosa che prende il nome di meteora, bolide o stella cadente. La visione di questi corpi è caratterizzata da una palla di fuoco che cade velocemente dal cielo, lasciando dietro di sè una scia di luce della durata di qualche secondo.

A causa dell’eccessivo surriscaldamento il meteoroide si vaporizza parzialmente e in molti casi totalmente. Esso può esplodere a pochi km dal suolo o può anche raggiungerlo, causando danni considerevoli, ma circoscritti, a seconda della dimensione al momento dell’impatto.

Non è di certo la prima volta che la Terra viene colpita da questo fenomeno, ma ogni anno ne passano a centinaia di piccole dimensioni e solo una piccola percentuale di essi riesce a giungere nella bassa atmosfera.

Anzi proprio qualche settimana fa è stato avvistato un altro bolide nel trevigiano  a circa 80 km d’altezza, che ha illuminato  il cielo prima di esplodere con un botto ben avvertito dalla popolazione. Numerose, infatti, le chiamate che, alle due del mattino, hanno raggiunto la centrale operativa dei vigili del fuoco. Di seguito il video del fenomeno: