“La pedalata per la pace” nel nome di don Tonino

Una pedala in nome di don tonino per “testimoniare la necessità di pace, in un tempo in cui la cultura della guerra contagia ancora il Mediterraneo e perfino, nelle dinamiche politiche, i suoli italici”

pedalata

SAN PANCRAZIO- Da San Pancrazio ad Alessano una pedalata nel nome del vescovo salentino. È partita stamattina, alle 7, dal comune brindisino. “115 km per testimoniare la necessità di pace, in un tempo in cui la cultura della guerra contagia ancora il Mediterraneo e perfino, nelle dinamiche politiche, i suoli italici”, dicono gli organizzatori.

In occasione del ventennale della morte di don Tonino Bello, la carovana di biciclette ha attraversato le due province salentine, fino ad Alessano, intorno alle 13, presso il Cimitero. Una testimonianza voluta dalle associazioni Retinopera Salento Onlus, In Opera APS ed Amici di don Tonino Bello, con il patrocinio dell’U.S. Acli della provincia di Brindisi e dei CSV “Poiesis” e “Salento” (Centri Servizi al Volontariato per le province di Brindisi e di Lecce).

«La pedalata non è in sé una prova di forza – dice Luigi Russo, presidente del Centro Servizi Volontariato Salento – non è uno sforzo dimostrativo, è semmai prova di solidarietà, è la prova che la solidarietà umana squarcia ogni timore e crea legami di pace”.