Spari e incendi terrorizzano il paese: vertice in Prefettura

Dopo gli atti intimidatori che si sono verificati a Trepuzzi, il Prefetto e le forze dell'ordine hanno ricevuto il sindaco Valzano. La cittadinanza risponderà scendendo in piazza.

Prefettura Lecce

TREPUZZI– Colpi di pistola, 15 in tutto, esplosi uno dopo l’altro nel giro di pochi minuti. Dopo qualche ora un attentato incendiario con un’auto distrutta.  Episodi gravissimi sui quali le forze dell’ordine hanno concentrato la loro attenzione negli ultimi giorni e che hanno destato paura e preoccupazione in tutta la comunità di Trepuzzi.

Per questo il sindaco Oronzo Valzano ha chiesto ed ottenuto un incontro con il Prefetto Giuliana Perrotta. Il sindaco, accompagnato dal presidente del consiglio di Trepuzzi Fernando Monte e dal comandante della locale polizia municipale sono stati ricevuti dal comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. Attorno al tavolo i vertici delle forze dell’ordine salentine, il Procuratore Capo Cataldo Motta e il pm Antonio de Donno.

Non stiamo tralasciando alcuna pista ha detto quest’ultimo, perchè gli atti intimidatori sono stati pesanti e molto probabilmente collegati tra loro.

Gli spari, esplosi da una calibro 9×21 la notte tra il 15 e il 16 settembre non sono stati certo casuali. Nel mirino sono finiti un condominio, una villa ed una ferramenta. I destinatari 3 imprenditori secondo gli inquirenti collegati tra loro da affari nel settore dell’edilizia. E anche l’elettricista proprietario dell’Audi data alle fiamme due giorni più tardi sembrerebbe aver lavorato piu volte insieme agli imprenditori.

Il collegamento quindi ci sarebbe, ma qual è la chiave di lettura per gli episodi? Atto intimidatorio, racket? Su questo stanno lavorando gli inquirenti ma sulle indagini c’è il massimo riserbo. Una cosa è certa: a Trepuzzi la criminalità esiste ed ha alzato il tiro. In attesa di sviluppi la cittadinanza però si ribella, scendendo in piazza per la legalità.