Falsi braccianti agricoli, maxi truffa all’Inps di Brindisi

Una truffa da 3 milioni e mezzo di euro è stata scoperta dalla guardia di finanza di brindisi. 33 persone sono finite nel registro degli indagati. Avrebbero costituito coperative con falsi braccianti agricoli che percepivano indennità per disoccupazione, malattie e assegni familiari

Inps

BRINDISI- Una maxi truffa da 3 milioni e mezzo di euro ai danni dell’Inps è stata scoperta dalla guardia di finanza di brindisi. E oggi la procura ha notificato un avviso di garanzia a 33 indagati.   La truffa riguarda i contributi previdenziali e le persone coinvolte sono quasi tutti falsi braccianti agricoli.

Nelle indagini è finito anche un consulente del lavoro di Torre Santa Susanna che avrebbe istituito le pratiche per ottenere i contributi. Il meccanismo era quello di costituire delle cooperative per poi scioglierle, metterle in liquidazione facendo transitare  i lavoratori da una cooperativa all’altra senza mai versare i contributi.

Circa 300 i braccianti impiegati fittiziamente con la contestuale erogazione da parte dell’Inps di indennità di disoccupazione agricola e malattia, assegni familiari e maternità.  I fatti contestati  risalgono agli anni tra il 2009 e il 2013