Sparata dal fidanzato, muore dopo una settimana di coma

Non c'è l' ha fatta Ilaria Pagliarulo, la 20enne sparata dal convivente, a Statte. Cambia l'accusa per il giovane, Cosimo de Biaso, in carcere, ora, per omicidio. i suoi legali avrebbero chiesto la visita psichiatrica.

Ospedale 'Santissima Annunziata' di Taranto

STATTE- Muore dopo una settimana di coma, Ilaria Pagliarulo. Appena 20 anni e se n’è andata nel peggiore dei modi. sparata, all’altezza del cuore, dal suo fidanzato. praticamente, un nuovo caso di femminicidio, consumato questa volta a Statte, in provincia di Taranto. La giovane, lunedì scorso, è finita, secondo la ricostruzione dei carabinieri di Massafra, sotto il tiro della pistola del suo convivente, Cosimo de Biaso, accusato di aver premuto il grilletto contro la donna a seguito di una violenta lite di coppia. L’ ennesima lite, dopo quella del giorno precedente, quando Ilaria era stata messa a tacere con un altro colpo di pistola. raggiunta diilaria pagliarulo statte-2 striscio al fianco, per paura, la 20enne aveva preferito non denunciare il fatto, medicandosi da sola, mai immaginando che, a meno di 24 ore, il suo fidanzato le avrebbe usato ancora la stessa violenza. questa volta però sparando ad altezza del torace. un colpo che prima l’ha fatta finire in coma e dopo l’ha uccisa.

De Biaso, 24enne, attualmente è in carcere, dal 16 settembre stesso. Il decesso di Ilaria ha peggiorato ovviamente la sua posizione. Adesso infatti il 24enne è accusato, non più di tentato omicidio, ma di omicidio colposo e di maltrattamenti. a quanto pare la difesa di De Biaso avrebbe chiesto al giudice per le indagini preliminari di far visitare l’indagato da un neuropsichiatra. La lite, quel giorno, era nata tra le mura domestiche, per poi finire in strada. erano circa le 12:30 quando Ilaria è stata raggiunta dal colpo di pistola all’emitorace sinistro.

Solo allora la 20enne aveva chiesto aiuto alla madre che aveva cosi chiamato i soccorsi. Il giovane, non contento, aveva esploso anche dei colpi d’arma da fuoco contro l’ambulanza che stava portando la sua convivente in ospedale. tutto è successo in vico Tafuri nella zona residenziale di Montetermiti.