Pioggia di milioni per il restauro dei castelli

E' pioggia di finanziamenti per due dei castelli più importanti del Salento: con otto milioni di euro saranno finanziati i restauri del Carlo V di Lecce e del maniero di Copertino

Castello Carlo V

LECCE- Saranno rispolverati, ripensati, rivalorizzati. Per due dei castelli più importanti del Salento arriva una boccata d’ossigeno sotto forma di una pioggia di milioni di euro. Quasi otto, in totale. 5.088.000 euro per il Carlo V di Lecce, 2.836.714 euro per il maniero di Copertino. A bandire le gare, pubblicate giusto il 18 settembre scorso, la Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici della Puglia. Due dei tre avvisi di gara del 2013, dunque, riguardano la provincia di Lecce, il terzo il parco archeologico di Siponto, a Manfredonia. Dopo lo stallo del 2012 e il contagocce con cui sono state avviate le gare d’appalto nel 2011, è così che la Direzione, braccio operativo sul territorio del Ministero dei Beni Culturali, prova a rimettersi in marcia.

E ricomincia da qui. Per il Carlo V, nel cuore di Lecce, l’avviso riguarda la progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori di completamento, restauro e valorizzazione dell’ala nord, dei bastioni, della piazza d’armi, degli ambienti sotterranei e dei camminamenti di ronda del Castello. Sono anche previsti lavori inerenti la predisposizione di percorsi di visita e pannelli espositivi.

A Copertino, invece, il castello, rimaneggiamento del XVI secolo ad opera dell’architetto militare Evangelista Menga, ma con fortificazioni che risalgono al 13esimo secolo, l’intervento, da quasi 3 milioni di euro, comprende i lavori di adeguamento funzionale e impiantistico dell’immobile, oltre all’allestimento museale , la fornitura di idonei e opportuni arredi e apparati comunicativi.
I cantieri, almeno stando alle previsioni, dovrebbero durare 420 giorni a Copertino e 650 a Lecce. Ma questa sarà già un’altra storia.