Isolaverde, Pdl: “Colpa del malgoverno, a discapito dei lavoratori”

"Si è rivelato solo un carozzone pubblico che ha portato allo spreco delle risorse pubbliche, il progetto taranto isolaverde", cosi il pdl attacca il governo del centro sinistra degli ultimi 8 anni.

isolaverde

TARANTO- Tutti i nodi vengono al pettine, solo che, come al solito, a soffrirne è l’anello più debole della catena: i lavoratori. Cosi una delegazione ionica del pdl formata dai due consiglieri regionali Arnaldo Sala e Giuseppe Cristella e dall’ assessore comunale al bilancio di pulsano Luigi Laterza, sulla vertenza Isolaverde. L’ agitazione degli operai, 125 sono quelli a rischio, è arrivata sui tetti con una protesta disperata proseguita per due giorni. Le risorse finanziari sono carenti e la crisi è sempre più alle calcagna dei lavoratori e delle loro famiglie.

E l’ appello va alla regione: e’ necessario – afferma Cristella – che il Governo regionale si attivi per porre rimedio all’emergenza, evitando che alle tante criticita’ occupazionali che il territorio registra, si aggiunga anche quella della Isolaverde”. La causa di tutto – Secondo le fila del odl, sono gli 8 anni di malgoverno del centrosinistra, una  politica che di Isolaverde ne ha fatto un enorme “carrozzone pubblico” creato per realizzare, una miriade di assunzioni senza alcun oggettivo criterio produttivo.

Ma alla fine – scrivono i due consiglieri e l’ assessore – si è rivelato tutto solo in uno sperpero di risorse pubbliche senza l’erogazione di servizi efficienti, e mentre ciò avveniva la Provincia di Taranto continuava persino ad appaltare a ditte esterne lavori di manutenzione che il personale di Isola Verde avrebbe potuto benissimo svolgere.  In questo momento drammatico ai lavoratori va la nostra solidarietà perché sono le vittime innocenti di una delle tante operazioni politicamente dissennate della Giunta Florido.