Il Lecce si blinda in attesa della sfida verità

Bocche cucite e squadra in ritiro per il fine settimana. Il Lecce si blinda e prepara la delicata sfida con il Catanzaro diventata fondamentale per le sorti del tecnico.

stadio 'Via del Mare'

LECCE- Fine settimana blindato per il Lecce. Società e tecnico Moriero scelgono la strada del “lontano dagli occhi e lontano dalle orecchie” per cercare di trovare la giusta determinazione e concentrazione in vista del delicatissimo match contro il Catanzaro che segnerà in un senso o nell’altro il destino del tecnico.

Squadra in ritiro dunque con la speranza che possa essere ritrovata la serenità giusta per affrontare al meglio il quarto turno di campionato. Le critiche e la pressione dei tifosi alimentate da un avvio di stagione a dir poco imbarazzante, sono troppe per lavorare in pace. Questo probabilmente quello che avranno pensato tecnico e dirigenti. Ma oltre a questo aspetto c’è anche uno più prettamente tecnico.

Mister Moriero avrà l’opportunità di lavorare sugli schemi e su un possibile cambio di modulo lontano da occhi indiscreti. Proprio il tecnico dopo il faccia a faccia avvenuto con la società all’indomani della disfatta di Benevento ha chiesto e preteso forse, nuovi rinforzi. La rosa confezionata in sede di mercato estivo dalla società  evidentemente ha messo in luce lacune troppo grandi per essere colmate dagli stessi giocatori non ancora al top della forma fisica.

Un’attenuante che non regge e il tecnico consapevole dei limiti della sua squadra ha chiesto e ottenuto due rinforzi per il momento. Walter Lopez e Luis Gabriel Sacilotto. Il primo ha già firmato e già lavora con il resto del gruppo da ieri, il secondo dovrà formalizzare a breve il suo ingaggio. Il rilancio del Lecce e del suo tecnico in particolare che forse sta pagando colpe sue solo parzialmente, passa ora dalla sfida casalinga con il Catanzaro di Mister Brevi. Una formazione che arriva nel Salento galvanizzata dal successo con il quotato Frosinone ottenuto domenica scorsa.

L’euforia dei calabresi sarà un avversario in piu’ da battere. Ma la partita sembra già essere in parte in salita per l’allenatore salentino dal momento che sulla porta della sua infermeria compare il cartello “Tutto esaurito”. Tanti infatti sono i giocatori indisponibili per domenica. Bencivegna, Parfait, Bogliacino, Diniz, Papini e Rullo. La sfortuna dunque non agevola l’impresa di Moriero e del suo Lecce in un momento di stagione particolarmente delicato.

Come detto il Lecce potrebbe variare la sua veste tattica per questa gara. Moriero potrebbe pensare di schierare la sua squadra con un 4 3 1 2. Modulo che permetterebbe alla difesa, non certo impeccabile dall’alto degli 8 gol subiti in tre turni, di avvalersi del supporto di tre centrocampisti in fase di copertura. Centrocampo che è chiamato anche a fare da filtro con il trequartista che sarà il trade d’union con i due effettivi di attacco. Maggiore libertà di agire dunque tra le linee per il fantasista, che potrebbe essere Miccoli, e maggiore peso al reparto offensivo. Sulla carta potrebbe essere questo il Lecce che affronterà il Catanzaro ma la differenza tra teoria e pratica la farà l’interpretazione dei giocatori ai dettami del tecnico.

Intanto la Lega Pro ha stilato il calendario di Coppa Italia di categoria. La competizione, che vede 48 società di cui 21 qualificate nella Fase Eliminatoria e le 27 che hanno partecipato alla Tim Cup, inizierà mercoledì 2 ottobre e vedrà impegnato il Lecce nel derby pugliese contro il Foggia di Pasquale Paladino.