Estate sicura, il bilancio conclusivo

Nei mesi di giugno, luglio ed agosto appena trascorsi, i militari di Gallipoli hanno messo in atto n. 8 servizi coordinati a largo raggio, nel corso dei quali sono stati impegnati su tutto il territorio di loro competenza nell’ambito dell’operazione denominata “estate sicura”. Il bilancio

carabinieri

GALLIPOLI- Nei mesi di giugno, luglio ed agosto appena trascorsi, i militari della compagnia di Gallipoli hanno messo in atto n. 8 servizi coordinati a largo raggio, nel corso dei quali sono stati impegnati su tutto il territorio di loro competenza nell’ambito dell’operazione denominata “estate sicura”. Nel corso delle attività i militari hanno eseguito perquisizioni e controlli atti a contrastare reati contro il patrimonio, la persona e l’ambiente. Sono stati controllati esercizi pubblici e luoghi di ritrovo, campeggi e luoghi di ricezione turistica, discoteche e lidi balneari. Inoltre, per contrastare il fenomeno della guida in stato di alterazione dovuta a sostanze alcoliche o psicotrope, fenomeno tipico delle giornate della stagione estiva, i carabinieri della compagnia di Gallipoli hanno capillarmente controllato il territorio, specialmente nei pressi dei locali notturni e dei locali di ritrovo, con l’ausilio di ogni strumento possibile: etilometri, cani antidroga ed elicotteri.

In questo modo si e’ contrastato, con notevoli risultati, il fenomeno delle “stragi del sabato sera”, che nelle settimane estive rischiava di essere quanto mai fuori controllo.

Alle attività hanno partecipato pattuglie della dipendente aliquota radiomobile, militari della tenenza di copertino e di tutte le stazioni dipendenti, nonche’ militari in abiti civili, unita’ cinofile provenienti da Modugno, ed elicotteri del 6° elinucleo carabinieri di Bari. Di tutto rilievo i risultati conseguiti. Controllati in tutto circa 2000 veicoli e 5000 persone. Ritirate 107 patenti di guida, elevate centinaia di contravvenzioni al codice della strada e tolti complessivamente oltre 1500 punti alle patenti dei contravventori . I carabinieri hanno tratto in arresto 10 persone per spaccio di sostanze stupefacenti, denunciate in stato di liberta’ altre 15 e segnalato alla prefettura per uso non terapeutico oltre 60 soggetti. Le attività di controllo del territorio, peraltro, hanno permesso anche di contrastare reati contro il patrimonio. Arrestate 5 persone, e denunciate altre 8, tutte per reati come il furto o l’appropriazione indebita.