Chiesa dei Samari, Errico: “Per salvarla ci vuole la mano del Ministro”

La chiesa dei Samari a Gallipoli rischia di diventare un rudere. Lo hanno documentato le nostre telecamere. Secondo il sindaco errico per recuperarla è necessario l'intervento del ministro, e sulla polemica del vicino parcheggio dice: è lontano dalla chiesa, non deve scandalizzare nessuno.

saMARI

GALLIPOLI– Una proprietà privata che è anche un bene dalla grande valenza storica. E il destino della piccola ma preziosa chiesetta dei Samari, nelle campagne di Gallipoli sembra essere segnato, anche se a salvare il salvabile sono intervenute delle impalcature che dovrebbero arginare un crollo già avvenuto al quale si sta cercando di porre rimedio. 

La chiesa risalente al medioevo, dalla storia interessantissima come la sua architettura e i suoi affreschi ormai quasi del tutto irrecuperabili, è in pericolo come evidenziato dal sopralluogo delle nostre telecamere.

Un problema annoso che nessuno al momento è riuscito a risolvere neanche con l’intervento dell’allora ministro ai Beni Culturali Rocco Buttiglione e poi di Francesco Rutelli.

Ora dice, l’attuale sindaco di Gallipoli Francesco Errico , per recuperare quel bene sarebbe necessario l’intervento di un altro ministro.

Un problema che travalica le competenze comunali impossibilitate con le proprie risorse ad intervenire, ma secondo Marcello Secli, di Italia Nostra, comunque responsabili del degrado in cui versa.

E poi la questione dei parcheggi sistemati proprio nell’area circostante. Parliamo di 1000 metri quadri e non più, dice il sindaco, che non dovrebbero scandalizzare nessuno.