Ancora furti in città, cresce la paura

Ancora un furto in appartamento, in città. Stavolta i malviventi hanno utilizzato una fiamma ossidrica per forzare una cassaforte. Il valore della refurtiva è di circa 20mila euro.

furto cassaforte

LECCE- Colpo da manuale, domenica sera, in un appartamento in Via Viterbo a Lecce, dove i ladri sono riusciti a portare via circa 20mila euro fra denaro e preziosi.

Dopo aver forzato la porta d’ingresso, sono andati dritti alla cassaforte che hanno aperto senza difficoltà con l’ausilio di una fiamma ossidrica, quasi sapessero come muoversi in quell’appartamento di proprietà di un ex funzionario di Equitalia. Una volta portato a termine il piano criminoso, sono fuggiti via indisturbati.

Il furto in casa si aggiunge ai due riusciti e agli altri due tentati, in altri appartamenti in città, nelle ultime ore.  Se ad agire sia stato lo stesso gruppo o persone diverse lo appureranno le indagini avviate dalla polizia, e intanto in città cresce l’allarme.

Di portata decisamente più ampia l’azione ai danni della Svicat, deposito di carburante dell’ex assessore regionale Fabrizio Camilli, che sorge tra Surbo e Torre Chianca.

In questo caso i malviventi sono riusciti a portare via gasolio per 40 mila euro. Con la cosiddetta tecnica del black-out, hanno messo fuori gioco il sistema d’allarme e, dopo aver praticato un foro sulla parete posteriore, con un tubo hanno prelevato 40 litri di gasolio.

Anche in questo caso le indagini sono affidate alla polizia.