Paura in mare, pescatore soccorso dalla Guardia Costiera

Durante una battuta di pesca si procura un grave trauma cranico che gli provoca una ferita. Soccorso e salvato pescatopre

MOTOVEDETTA CP 840

TARANTO- Brutta disavventura per un pescatore a bordo di un motopeschereccio intento in una normale battuta di pesca a largo delle coste Tarantine.

Per cause ancora in corso di accertamento, riconducibili sicuramente alle condizioni meteo non ottimali (mare agitato e vento forte), un marittimo imbarcato a bordo di un M/P iscritto nella marineria di Taranto denominato SATYRION, in attività di pesca a circa 8 miglia dalla costa, ha subito un grave trauma cranico che gli ha provocato una ferita da taglio sull’arcata sopracciliare destra.

Nonostante la lunga distanza dalla costa, in pochi minuti il peschereccio è stato raggiunto dalla motovedetta della Guardia Costiera, sulla quale è stato effettuato il trasbordo del marittimo e dove l’equipaggio dello stesso mezzo navale, ha portato i primi soccorsi utilizzando le dotazioni sanitarie di bordo.

Il malcapitato è stato trasportato nel porto di Taranto, dove lo attendeva il personale sanitario del “Servizio 118”, inviato sul posto dalla Sala Operativa di questa Capitaneria di Porto, per il successivo trasferimento presso il nosocomio di Taranto per ulteriori cure e accertamenti.